Archivio: Silo

Grazie Silo! Il 16 settembre 2011 si compie un anno dalla morte del filosofo Mario Luis Rodriguez Cobos

xxpb117260.jpg

Il 16 settembre 2011 si compie un anno della morte del filosofo Mario Luis Rodriguez Cobos (Silo), fondatore dell’Umanesimo Universalista o Nuovo Umanesimo, la scuola di pensiero che ispira il Partito Umanista Internazionale e Italiano.
Il pensiero di Silo, espresso in opere come Umanizzare la Terra, Contributi al pensiero, Appunti di Psicologia o Miti Radici Universali e soprattutto Lettere ai miei amici, pone l’essere umano come valore fondamentale e propone la nonviolenza attiva come metodo d’azione per umanizzare la terra, contribuendo ad aumentare la libertà e la felicità degli esseri umani.

Tutte le equipe del Partito Umanista esprimono il loro profondo ringraziamento a Silo per la sua immensa eredità, che non è solo una scuola di pensiero, ma un sentimento e un modo di vivere.
La dottrina di Silo e la sua opera è come un faro per l’umanità soprattutto nel momento attuale in cui serve la visione di un nuovo futuro e servono riferimenti certi.
Silo già tra il 1991 e il 1993, nella sua opera “Lettere ai Miei Amici”, anticipa di vent’anni una perfetta descrizione della situazione attuale e indica sinteticamente tutto quello che c’è da fare per uscire da questa condizione:

“…Gli umanisti non hanno bisogno di grandi discorsi per mettere in evidenza il fatto che oggi esistono le possibilità tecnologiche per risolvere, a breve termine e per vaste zone del mondo, i problemi della piena occupazione, dell’alimentazione, della salute, della casa, dell’istruzione. Se queste possibilità non si tramutano in realtà è semplicemente perché la speculazione mostruosa del grande capitale lo impedisce.”
(Capitolo I: Il capitale mondiale , Sesta Lettera ai miei amici, 5 Aprile 1993)